Ultime Notizie

Prezzi agricoli novembre 2010: +2,9% su ottobre, +11,9% su novembre 2009

Roma, 13 dicembreá2010

Nel mese di novembre l'indice Ismea dei prezzi all'origine dei prodotti agricoli (calcolato in base 2000=100) ha raggiunto quota 120,6, livello pi¨ elevato degli ultimi 2 anni, registrando un incremento del 2,9% su base mensile e dell'11,9% su base annua.

La rilevazione Ismea indica per l'aggregato delle coltivazioni un aumento del 4,4% rispetto al mese precedente e del 16,9% sullo stesso mese del 2009. La dinamica congiunturale e tendenziale dell'indice evidenzia, infatti, variazioni positive per la totalitÓ dei settori, ad eccezione della frutta che cede l'1,1% su ottobre 2010, mentre segna un incremento del 6,3% sullo scorso anno.

Listini in recupero per gli oli di oliva ( +5,2% la variazione congiunturale dell'indice, +1,8% il confronto su base tendenziale), trainati soprattutto dagli extravergini che, in questo esordio di campagna, hanno potuto beneficiare di una ripresa delle contrattazioni. Segnali positivi emergono anche per il vino che guadagna il 4,5% sul mese precedente e il 12,4% su novembre del 2009, grazie in particolare alla rivalutazione dei bianchi da tavola.

Prosegue, intanto, la tendenza al rialzo dei prezzi dei cereali che evidenziano incrementi dell'indice del 2,8% su base mensile e del 41% su base tendenziale. Per il frumento duro, tuttavia, Ismea rileva una prima battuta d'arresto (-1,9% la variazione congiunturale dell'indice); rilevante il recupero delle quotazione del riso che su base mensile hanno fatto registrare un +13,7%.

Valori in netto rialzo anche per ortaggi e legumi (+11,4% su base mensile, +2% annua) e sul mercato dei tabacchi (+17,8%, +23,3%). Pi¨ contenute, invece, le variazioni delle colture industriali che hanno comunque registrato un aumento medio mensile dell'1,2%, e annuo del 2,4%.

Passando al comparto zootecnico, le rilevazioni dell'Istituto indicano una crescita dei prezzi del 1,9% rispetto a ottobre e del 7,1% rispetto a novembre dello scorso anno.
Continua la dinamica positiva di latte e derivati (+1,9% nel confronto su base congiunturale, +11,6% su base tendenziale), grazie ancora alle buone performance dei formaggi grana, in particolare del Parmigiano Reggiano rincarato del 5% rispetto a ottobre.
á
Relativamente al bestiame, l'approssimarsi delle festivitÓ natalizie favorisce il recupero dei prezzi degli avicoli ( +6,3% mensile, +18,7% annuo), dei conigli ( +5,8%, +6,3%) e dei bovini (+2,3%, +4,7%). In controtendenza gli ovi-caprini che cedono l'1,6% sul mese precedente, segnando per˛ un recupero di pari entitÓ su novembre 2009. Per il bestiame suino, l'indice Ismea segna, invece, riduzioni su base mensile e annuale rispettivamente del 3% e 3,3%. Le uova, infine, registrano un rialzo del 2% rispetto al mese precedente, mantenendosi per˛ su un livello inferiore a quello di un anno fa (-6,8%).

 

Ismea - UO comunicazione
Enrica Ruggeri, Vanna Sportelli, Andrea Festuccia,  contatta via mail


Altre notizie

  1. 01/09/2023 #IOPARLOBIO: al Sana si alza il sipario sulla campagna di comunicazione del Biologico 

     Il 7 settembre alle ore 15 presso
    l'area espositiva del Ministero dell'agricoltura, della sovranitÓ alimentare e
    delle foreste al Padiglione 30, STAND B9C10, alla presenza del Sottosegretario
    di Stato Luigi D'Eramo, verrÓ presentata ai giornalisti e agli operatori
    del settore la Campagna istituzionale di comunicazione sull'agricoltura
    biologica
    , promossa dal Masaf e realizzata da ISMEA - Istituto di servizi
    sul mercato agricolo alimentare.

    #IOPARLOBIO: al Sana si alza il sipario sulla campagna di comunicazione del Biologico

  2. 04/08/2023 Autorizzata dalla Commissione europea la nuova garanzia gratuita ISMEA per gli investimenti in energie rinnovabili

    Autorizzata dalla Commissione europea la nuova garanzia gratuita ISMEA per gli investimenti in energie rinnovabili

  3. 01/08/2023 ISMEA Prestiti MIA: dal 27 luglio in corso le erogazioni. Il Ministro Lollobrigida: acceleriamo ricostruzione e sosteniamo le nostre produzioni 

    Prestiti MIA: dal 27 luglio in corso le erogazioni. Il Ministro Lollobrigida: acceleriamo ricostruzione e sosteniamo le nostre produzioni

  4. 25/07/2023 La nazionale italiana di volley testimonial per la pasta: al via la campagna targata MASAF- ISMEA in collaborazione con la Fipav 

     "La pasta, integratore di felicitÓ". ╚ questo lo slogan che accompagna la campagna di promozione del Ministero dell'agricoltura, della sovranitÓ alimentare e delle foreste, realizzata da ISMEA - Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare in partnership con la Fipav - Federazione Italiana Pallavolo, per valorizzare una vera e propria icona del made in Italy: la pasta

    Lanciata la campagna Masaf-ISMEA in collaborazione con la Fipav: "La pasta. Integratore di felicitÓ"

  5. 06/07/2023 Rapporto ISMEA sulla gestione del rischio: con inflazione sale anche il costo delle polizze agricole (+6,5% nel 2022)

    Toccato un nuovo massimo, con i premi sulle assicurazioni contro i rischi climatici che nel comparto delle coltivazioni vegetali hanno sfiorato la soglia dei 700 milioni di euro (+12%); supera i 7 miliardi di euro la Plv assicurata (+5,9%).

    Rapporto ISMEA sulla gestione del rischio: con inflazione sale anche il costo delle polizze agricole (+6,5% nel 2022)

  6. 05/07/2023 Il Bio italiano si avvicina al target del 25% delle superfici, ma i consumi non tengono il passo.

    Si Ŕ tenuto oggi presso il Palazzo dell'Emiciclo dell'Aquila, sede del Consiglio regionale dell'Abruzzo, la presentazione in anteprima del Rapporto "Bio in cifre" alla presenza delle autoritÓ del Ministero dell'agricoltura, della sovranitÓ alimentare e delle foreste, della Regione Abruzzo e della cittÓ dell'Aquila e delle Associazioni e Organizzazioni professionali di settore. Come testimoniano gli ultimi dati del Rapporto Bio in cifre, il biologico italiano Ŕ ormai lanciato verso il target del 25% di superfici investite a bio ...

    Il Bio italiano si avvicina al target del 25% delle superfici, ma i consumi non tengono il passo.