FAQ

  1. Cos'è la Banca nazionale delle Terre Agricole?
  2. Chi può accedere alla Banca?
  3. Cosa fare in caso di problemi nella registrazione?
  4. Che differenza c’è tra la sezione denominata Elenco completo terreni Ismea e la sezione denominata Terreni in vendita?
  5. Come posso acquistare un terreno presente nella Banca nazionale delle Terre Agricole?
  6. L’invio della MDI comporta un obbligo per il richiedente?
  7. È possibile manifestare interesse per più di un terreno?
  8. Per presentare la MDI è necessario versare un deposito cauzionale?
  9. Come posso accertarmi del corretto invio della MDI?
  10. Cosa posso fare se non ho ricevuto la mail con il link per confermare la MDI?
  11. Se non ricevo l’invito a partecipare alla procedura competitiva, significa che la mia MDI è stata esclusa?
  12. Quale è il termine massimo per l’invio delle offerte economiche?
  13. Con quale modalità può essere versato il deposito cauzionale?
  14. Quali sono le differenze tra i primi tre tentativi di vendita ed il quarto incanto?
  15. Come è possibile individuare i terreni che vanno al quarto tentativo di vendita?
  16. Chi può accedere al mutuo ipotecario per l'acquisto dei terreni? L'accesso al mutuo ipotecario è riservato al "giovane imprenditore agricolo"?
  17. È necessario presentare un piano aziendale da parte dei giovani imprenditori agricoli per accedere al mutuo?
  18. Nel caso di aggiudicazione in favore di impresa individuale o di società con maggioranza giovani (quota/numerica etc.) in possesso dei requisiti richiesti, quali sono le condizioni per ottenere l'agevolazione del pagamento rateizzato fino a 30 anni con ipoteca?
  19. A seguito dell'invio della MDI, i giovani imprenditori agricoli in possesso dei requisiti previsti per usufruire delle agevolazioni di cui al punto 7) dei Criteri, dovranno comunque versare il 10% del valore a base d'asta?
  20. Nel caso di aggiudicazione dell'asta in favore di giovane imprenditore agricolo che intende usufruire delle agevolazioni previste al punto 7) dei Criteri, l'Ismea finanzia il 100% dell'importo al quale è stato aggiudicato il terreno?
  21. Con che modalità devono essere pagate le rate in caso di vendita con pagamento rateale del prezzo?
  22. Come sono venduti i terreni?
  23. Nel caso in cui debba essere eseguito il rilascio del fondo, in cosa consiste il supporto di ISMEA nell'espletamento delle attività esecutive?
  24. Quando è prevista la presa in possesso del fondo da parte dell'aggiudicatario?
  25. A seguito della procedura di vendita per asta, è possibile esercitare il diritto di prelazione?
  26. Il rogito notarile ed il pagamento avvengono ad avvenuto rilascio effettivo del fondo?
  27. Nel caso intendessi accedere ad un finanziamento bancario per acquistare un terreno presente nella Banca, posso avvalermi delle Garanzie dirette Ismea?
  28. Come mai dopo essermi registrato alla Banca non riesco ad accedere usando il mio username e la mia password?
  29. In caso di rinuncia all'acquisto da parte dell'aggiudicatario si procede con lo scorrimento della graduatoria?

1. Cos'è la Banca nazionale delle Terre Agricole?

La "Banca nazionale delle terre agricole" (di seguito, Banca), istituita dall'art. 16 della legge 28 luglio 2016, n. 154, costituisce l'inventario completo dei terreni agricoli che si rendono disponibili anche a seguito di abbandono dell'attività produttiva e di prepensionamenti, raccogliendo, organizzando e dando pubblicità alle informazioni necessarie sulle caratteristiche naturali, strutturali ed infrastrutturali dei medesimi, sulle modalità e condizioni di cessione e di acquisto degli stessi. La Banca, gestita da ISMEA, opera a livello nazionale e le modalità di vendita sono regolate dai criteri pubblicati e vigenti al momento dell'avvio della procedura competitiva.


2. Chi può accedere alla Banca?

Tutti possono accedere alla Banca. L'accesso è gratuito. è sufficiente registrarsi al sito istituzionale, cliccando sul seguente link e fornendo un indirizzo di posta elettronica e una password. Se si è già registrati al sito www.ismea.it, per l'accesso alla Banca è possibile utilizzare le stesse credenziali (username e password).

Possono partecipare alla procedura competitiva tutti i soggetti per i quali, al momento di presentazione della manifestazione di interesse, nonché dell’offerta e al momento di sottoscrizione del contratto di compravendita, non sussista una delle cause di esclusione indicate al punto 3) dei Criteri.

In caso di persone giuridiche, i requisiti di partecipazione devono essere posseduti, oltre che dal soggetto che sottoscrive la manifestazione di interesse, anche dai soggetti indicati, per ciascuna tipologia societaria, al punto 3) dei Criteri che si trovino in carica alla data di presentazione della manifestazione di interesse stessa, o che assumono la carica successivamente, alla data di presentazione dell’offerta economica e fino alla sottoscrizione dell’atto di vendita.


3. Cosa fare in caso di problemi nella registrazione?

È possibile rivolgersi all’Ufficio Relazioni con il Pubblico, inviando una e-mail da un indirizzo di posta elettronica ordinaria (non certificata) a urp@ismea.it o contattando i numeri 06 85568319 o 06 85568260 dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle ore 13.30 ed il lunedì e mercoledì anche dalle ore 14.30 alle ore 17.00.

Si suggerisce di indicare nella e-mail un recapito telefonico al quale poter essere contattati.


4. Che differenza c'è tra la sezione denominata Elenco completo terreni Ismea e la sezione denominata Terreni in vendita?

Nella sezione “Terreni in vendita” sono presenti i terreni ISMEA per i quali è aperta la procedura di vendita ai sensi dell’art.13, comma 4 quater, del decreto legge 22 ottobre 2016, n. 193, convertito, con modificazioni, dalla legge 1? dicembre 2016, n. 225. Solo per i terreni rientranti in questa sezione è possibile presentare la manifestazione di interesse (MDI).

Attraverso l’”Elenco completo terreni Ismea” è possibile acquisire informazioni anche sui terreni che potranno essere oggetto di futura vendita, scaricando le relative schede tecniche.

All’avvio della procedura competitiva di vendita l’”Elenco completo terreni Ismea” non sarà consultabile.


5. Come posso acquistare un terreno presente nella Banca nazionale delle Terre Agricole?

Pertanto, per poter acquistare un terreno tramite la Banca è obbligatorio disporre di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC).


6. L'invio della MDI comporta un obbligo per il richiedente?

No. La MDI non è impegnativa ma è necessaria affinché l’utente possa essere invitato alla successiva fase della procedura di vendita del terreno.

In caso di società, il soggetto titolato alla presentazione della MDI è il Legale Rappresentante.

Inoltre, se la MDI viene presentata da una società di persone composta da due soci al 50%, tale casistica dovrà essere selezionata nella MDI e dovranno essere riportati anche i dati di entrambi i soci.


7. È possibile manifestare interesse per più di un terreno?

Sì. In tal caso, l’utente dovrà compilare il form previsto per la presentazione della MDI per ciascun terreno di interesse.


8. Per presentare la MDI è necessario versare un deposito cauzionale?

No, il versamento del deposito cauzionale è previsto soltanto in caso di presentazione di un’offerta economica per l’acquisto del terreno.


9. Come posso accertarmi del corretto invio della MDI?

Al termine della compilazione, l’utente riceve all’indirizzo PEC indicato nella MDI una mail con un link, da cliccare per completare l’invio della MDI. Tale adempimento deve essere effettuato entro 90 giorni dalla data di apertura dei termini per la presentazione della MDI. Il sistema conferma con una PEC la corretta ricezione della MDI, rilasciandone una copia in PDF.


10. Cosa posso fare se non ho ricevuto la mail con il link per confermare la MDI?

Se non hai ricevuto la mail con il link da cliccare per completare l’invio della MDI, potrebbe essere perché non hai inserito un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) oppure hai inserito un’e-mail non corretta. In questi casi, oppure nel caso tu voglia annullare una MDI non ancora confermata, puoi eliminare la MDI cliccando sul terreno in questione e seguendo i passi per completare la cancellazione. Una volta cancellata la MDI, potrai procedere effettuando una nuova MDI, contenente nuovi dati.


11. Se non ricevo l'invito a partecipare alla procedura competitiva, significa che la mia MDI è stata esclusa?

Ismea provvede ad inviare lettera di invito a tutti coloro che hanno presentato correttamente la MDI. È tuttavia necessario essere in possesso di un indirizzo di PEC valido al momento dell’invio della lettera di invito. In caso di mancata ricezione della lettera di invito Ismea ripete l’invio per la seconda volta. Alla eventuale ulteriore mancata ricezione l’utente si considererà rinunciatario.


12. Quale è il termine massimo per l'invio delle offerte economiche?

Entro e non oltre 45 giorni dall’invio della lettera di invito, inviando le offerte economiche in busta chiusa ad Ismea, secondo quanto stabilito al punto 4) dei Criteri, corredate dal deposito cauzionale.


13. Con quale modalità può essere versato il deposito cauzionale?

Il deposito cauzionale infruttifero, fissato nella misura del 10% del valore a base d'asta, dovrà essere versato esclusivamente tramite assegno circolare.
L’assegno circolare deve inderogabilmente essere conforme ai requisiti normativi di cui agli articoli 82 e seguenti del Regio Decreto n. 1736 del 1933.

Altri titoli di credito (tra cui, per mero esempio e senza che ciò abbia carattere di esaustività, l'assegno bancario, l'assegno circolare postale vidimato o il vaglia postale) non potranno essere ammessi e pertanto il versamento della cauzione - tramite queste modalità - comporterà l'esclusione dalla procedura competitiva.


14. Quali sono le differenze tra i primi tre tentativi di vendita ed il quarto incanto?

Le offerte per i primi tre tentativi di vendita saranno accettate esclusivamente se l'importo offerto è almeno pari a quello a base d'asta.

Per il quarto incanto, invece, come stabilito al punto 5) dei Criteri, sono ammesse offerte libere sia in rialzo che in ribasso rispetto al valore a base d'asta. In questo caso il valore minimo, al di sotto del quale la vendita non può aver luogo, è fissato nella misura del 35% del valore a base d'asta1.


15. Come è possibile individuare i terreni che vanno al quarto tentativo di vendita?

Nell’elenco relativo ai terreni in vendita, sul sito dedicato alla Banca, sono evidenziati i terreni giunti al IV tentativo di vendita. Per questi viene, inoltre, esplicitato che l’offerta può essere effettuata sia al rialzo che al ribasso, con indicazione esplicita del valore minimo al di sotto del quale la vendita non può aver luogo.

Si fa presente che il deposito cauzionale è comunque fissato, per tutti i terreni, nella misura del 10% del valore a base d’asta.


16. Chi può accedere al mutuo ipotecario per l'acquisto dei terreni? L'accesso al mutuo ipotecario è riservato al "giovane imprenditore agricolo"?

Sin dal momento della pubblicazione dell’Avviso di vendita, come riportato al punto 7) dei Criteri, l'utente deve risultare in possesso dei seguenti requisiti:

Se trattasi di impresa individuale, deve essere:



Se trattasi di società, deve essere:


17. È necessario presentare un piano aziendale da parte dei giovani imprenditori agricoli per accedere al mutuo??

No. Per l'accesso al mutuo ipotecario è sufficiente registrarsi, al momento della compilazione del modulo MDI, come Impresa Individuale o come Società e possedere al momento della presentazione della MDI e sin dalla pubblicazione dell’Avviso di vendita, i requisiti soggettivi di "giovane imprenditore agricolo" indicati al punto 7 dei Criteri. Sul punto, si rinvia alla risposta n. 16.

Si fa presente che la presentazione della MDI, sul portale dedicato, in qualità di “utente privato” preclude la possibilità di accedere al pagamento rateale del prezzo.


18. Nel caso di aggiudicazione in favore di impresa individuale o di società con maggioranza giovani (quota/numerica etc.) in possesso dei requisiti richiesti, quali sono le condizioni per ottenere l'agevolazione del pagamento rateizzato fino a 30 anni con ipoteca?

Successivamente all'espletamento delle procedure d'asta, qualora l’impresa individuale o la società di giovani agricoltori dovesse risultare aggiudicataria del terreno, potrà decidere di richiedere il mutuo ipotecario per un importo massimo pari al prezzo a base d'asta (o, per il quarto tentativo di vendita al prezzo offerto se inferiore) al netto del deposito cauzionale solo qualora dimostri che, sin dal momento della presentazione della pubblicazione dell’Avviso di vendita , sia in possesso dei requisiti previsti al punto 7 dei Criteri,

In tal caso il mutuo verrà concesso, previa verifica della sussistenza dei requisiti dichiarati in sede di MDI e previa valutazione del merito del richiedente

A tal fine, unitamente alla richiesta di accesso al pagamento rateale, l’interessato dovrà fornire una Visura presso la centrale dei Rischi della Banca D’Italia (o di altra società privata di gestione di sistema di informazione creditizia) rilevata all’ultima data contabile disponibile al momento della comunicazione dell’aggiudicazione e riferita, ove possibile, ai 12 mesi precedenti, ovvero al minor periodo disponibile. A carico dell’aggiudicatario, non dovranno neppure sussistere pregiudizievoli, protesti nè procedure esecutive individuali o concorsuali.

È possibile che uno stesso soggetto presenti la MDI in qualità di giovane imprenditore in relazione a più terreni.

Qualora uno stesso “giovane imprenditore agricolo” risulti aggiudicatario di più terreni, ancorché in qualità di titolare o amministratore di più e diverse persone giuridiche, questi potrà richiedere e ottenere l’agevolazione rispetto ad un solo terreno, a sua scelta. Saranno presi in considerazione anche i terreni già aggiudicati in vendite precedenti tramite la Banca delle Terre Agricole. (punto 7 dei Criteri).


19. A seguito dell'invio della MDI, i giovani imprenditori agricoli in possesso dei requisiti previsti per usufruire delle agevolazioni di cui al punto 7) dei Criteri, dovranno comunque versare il 10% del valore a base d'asta?

. Come previsto dal punto 4 dei Criteri, le offerte di partecipazione alla procedura competitiva di vendita, per tutti i tentativi di vendita, devono essere, a pena di esclusione, corredate del deposito cauzionale, pari al 10% del valore a base d'asta.


20. Nel caso di aggiudicazione dell'asta in favore di giovane imprenditore agricolo che intende usufruire delle agevolazioni previste al punto 7) dei Criteri, l'Ismea finanzia il 100% dell'importo al quale è stato aggiudicato il terreno?

Come previsto dai Criteri, in caso di aggiudicazione in favore di "giovane imprenditore agricolo", il pagamento del prezzo, alle condizioni riportate nella FAQ n. 18 , potrà avvenire ratealmente, dopo la verifica da parte di Ismea dei requisiti soggettivi dichiarati, con iscrizione di ipoteca pari al 100% del valore del terreno posto a base d'asta per i primi tre tentativi di vendita o del prezzo di aggiudicazione, se minore, in caso di terreni al quarto tentativo. In caso di aggiudicazione, il deposito cauzionale versato viene acquisito da Ismea come anticipo del prezzo di vendita e non è mai soggetto a restituzione. E' possibile rateizzare fino al 100% del valore a base d'asta al netto del deposito cauzionale. L'eventuale differenza tra il valore di aggiudicazione del terreno ed il valore a base d'asta dovrà essere versato dall'aggiudicatario in sede di stipula, al netto del deposito cauzionale.

Per maggiore chiarezza si rimanda all'esempio collegato alla domanda n. 14.


21. Con che modalità devono essere pagate le rate in caso di vendita con pagamento rateale del prezzo?

Il pagamento delle singole rate di preammortamento e di ammortamento dovrà essere effettuato, dalla parte acquirente, esclusivamente mediante versamento della somma a mezzo SDD (Sepa Direct Debt), con addebito diretto sul conto corrente dell'aggiudicatario, come stabilito nel relativo contratto.


22. Come sono venduti i terreni?

I terreni sono venduti a corpo e non a misura, nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, con le relative accessioni e pertinenze, diritti e servitù attive e passive, oneri, canoni, vincoli esistenti anche non noti e non trascritti, con espresso obbligo in capo all'aggiudicatario di provvedere, a propria cura e spese, a dare tempestivo corso alle necessarie regolarizzazioni prima di procedere alla sottoscrizione dell'atto di vendita.

Nella vendita, a cancelli aperti, è garantita la consistenza del fondo nel rispetto dei dati catastali e non lo stato di fatto degli eventuali fabbricati e delle colture presenti.

Eventuali attività per il rilascio del fondo sono indicate nella scheda tecnica (Rilascio eseguito o Rilascio da eseguire). ISMEA supporterà, su richiesta, l'aggiudicatario nell'espletamento delle attività esecutive.

Prima di procedere con la stipula, l'aggiudicatario, entro il termine (comunque non inferiore a 60 giorni) che sarà assegnato dall'ISMEA successivamente alla formalizzazione dell'aggiudicazione, dovrà provvedere, prima della sottoscrizione del contratto, ad effettuare a propria cura e spese le regolarizzazioni richieste, pena la revoca dell'aggiudicazione e l'incameramento del deposito cauzionale.

A tal fine, si fa presente che in base alla Legge n. 160 del 27 dicembre 2019 art. 1 comma 510, agli atti derivanti dalle procedure di vendita tramite Banca delle Terre Agricole si applicano, in ordine alle modalità di regolarizzazione urbanistica da compiersi in relazione al trasferimento della proprietà degli immobili, le previsioni speciali di cui agli articoli 46, comma 5, del D.P.R. del 6 giugno 2001, n. 380 e 40, comma 6, della legge n. 47 del 28 febbraio 1985.


23. Nel caso in cui debba essere eseguito il rilascio del fondo, in cosa consiste il supporto di ISMEA nell'espletamento delle attività esecutive?

Su richiesta e per conto dell'aggiudicatario, ISMEA curerà le operazioni di rilascio del terreno, prima della stipula del contratto di vendita. La vendita avverrà nello stato di fatto e di diritto in cui si trova il terreno al momento del rilascio senza che alcuna eccezione di sorta possa essere opposta a ISMEA. Sul punto si rinvia alla risposta n. 22.

Altrimenti, qualora non richiesto, si procederà alla vendita del fondo occupato, con rilascio a carico dell'aggiudicatario.


24. Quando è prevista la presa in possesso del fondo da parte dell'aggiudicatario?

Le attività relative al rilascio del fondo sono indicate nella scheda tecnica dei terreni.

Nel caso di terreno con "Rilascio da eseguire", una volta espletate su richiesta dell'aggiudicatario le attività esecutive, sarà possibile sottoscrivere un contratto preliminare di vendita, per il tempo strettamente necessario ad eseguire le operazioni propedeutiche alla stipula dell'atto.

Nel caso di terreno con "Rilascio eseguito", ISMEA si attiverà per l'immissione in possesso sul fondo dell'aggiudicatario, sottoscrivendo, qualora non sia possibile procedere direttamente alla vendita del bene, un contratto preliminare di vendita per il tempo strettamente necessario ad eseguire le operazioni propedeutiche alla stipula dell'atto.

Per "Rilascio eseguito" si intende che il terreno è libero o condotto da soggetto incaricato da Ismea con compiti di custodia temporanea del fondo.


25. A seguito della procedura di vendita per asta, è possibile esercitare il diritto di prelazione?

No. Ai sensi dell'art.13, comma 4 quater, del citato D.L. 193/2016, il diritto di prelazione agraria non si applica alla vendita dei terreni ISMEA.


26. Il rogito notarile ed il pagamento avvengono ad avvenuto rilascio effettivo del fondo?

Qualora non fosse possibile procedere direttamente alla stipula dell'atto notarile con contestuale pagamento del dovuto, Ismea sottoscriverà con l'aggiudicatario un contratto preliminare di vendita ed affiderà allo stesso la custodia del fondo per il tempo strettamente necessario ad effettuare delle operazioni propedeutiche alla stipula dell'atto di vendita.


27. Nel caso intendessi accedere ad un finanziamento bancario per acquistare un terreno presente nella Banca, posso avvalermi delle Garanzie dirette Ismea?

, purché siano rispettate le condizioni per l'accesso alla garanzia diretta ISMEA. Sul punto, si invita a consultare la pagina web dedicata http://www.ismea.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/113

28. Come mai dopo essermi registrato alla Banca non riesco ad accedere usando il mio username e la mia password?

L'accesso non è consentito se non è stata completata l'iscrizione al sito Ismea. Per effettuare l'iscrizione è necessario eseguire correttamente i seguenti passaggi:



  1. accedere alla pagina Registrazione al sito Ismea, cliccando sul seguente link;
  2. compilare i moduli inserendo i dati richiesti e quindi cliccare sul pulsante Registrati in fondo all'ultima pagina;
  3. verificare di aver ricevuto una mail con il seguente oggetto: Conferma il tuo indirizzo di posta elettronica e quindi cliccare sul link riportato nella stessa mail per completare l'iscrizione.

Conseguentemente alla corretta effettuazione dei passaggi sopra citati, l'utente riceverà la mail di conferma dell'avvenuta iscrizione e potrà accedere alla Banca nazionale delle Terre Agricole utilizzando le credenziali (username e password) indicate al momento della registrazione. Nel caso in cui si riscontrassero ulteriori difficoltà nella registrazione, è possibile contattare l'Ufficio Relazioni con il Pubblico Ismea.

29. In caso di rinuncia all'acquisto da parte dell'aggiudicatario si procede con lo scorrimento della graduatoria?

La graduatoria in base a quanto riportato al punto 4) dei Criteri ha validità due anni dalla data di approvazione, pertanto in caso di rinuncia dell'aggiudicatario si procederà alla verifica dei requisiti ed all'aggiudicazione nei confronti del soggetto utilmente collocato in graduatoria.