A chi ci rivolgiamo

Aziende agricole

Fondo latte

A partire da maggio 2016, le imprese del settore lattiero-caseario potranno accedere alle agevolazioni del Fondo Latte che prevede una serie di misure indirizzate a tutti i produttori di latte bovino che risultino in regola con i pagamenti dei prelievi sulle eccedenze di produzione lattiera. Gli interventi previsti dal Fondo Latte sono principalmente orientati alla ripresa economica delle imprese del settore, attraverso operazioni finanziarie finalizzate agli investimenti, al consolidamento sia delle passività bancarie che dei debiti commerciali.

 

Agevolazioni previste

Il contributo interviene su finanziamenti bancari rivolti a una o più delle seguenti finalità:

  1. investimenti finanziati mediante prestiti a medio e lungo termine a valere sul Fondo Credito;
  2. consolidamento di passività a breve della stessa banca;
  3. consolidamento di passività a breve di banche diverse rispetto alla banca finanziatrice;
  4. pagamento dei debiti commerciali a breve.
 

Investimenti a valere sul Fondo Credito

In merito alla finalità investimenti, la misura prevede un finanziamento per investimenti aziendali erogato al 50% dall'istituto di credito a tasso di mercato e al 50% da Ismea a tasso agevolato.
L'impresa richiedente, verificati i requisiti soggettivi tramite la domanda del Fondo Latte, potrà presentare, per il tramite della Banca convenzionata, la domanda di accesso al finanziamento agevolato e avviare la specifica istruttoria attraverso la piattaforma web dedicata (vd. sezione Fondo Credito).

 

Consolidamento passività bancarie e pagamento debiti commerciali

Per passività a breve si intende tutti i prestiti entro i 18 mesi (conduzione, fidi di c/c, cambiali agrarie, leasing di gruppi bancari, etc.) nonché le rate dei finanziamenti a medio e lungo termine scadute e non pagate da non oltre 90 giorni dalla data di presentazione della domanda e quelle in scadenza nei 18 mesi successivi. Per debiti commerciali si intendono le fatture scadute o in scadenza che non siano state ancora quietanziate.
Il Fondo Latte concede un contributo che consente di pagare gli interessi passivi del nuovo finanziamento bancario di consolidamento fino a 15.000 euro, pari al valore massimo del de minimis in agricoltura.
Sul nuovo finanziamento oggetto del contributo è possibile richiedere una garanzia diretta Ismea (per una percentuale del 70% del finanziamento erogato (elevabile al 80% nel caso di giovani agricoltori) fino a un valore massimo in termini assoluti di 1 milione di euro per le micro e le piccole imprese e 2 milioni di euro per le medie imprese.
Il costo della commissione della garanzia diretta può essere ammesso a contributo a valere sul Fondo Latte sempre all'interno del valore massimo complessivo di 15.000 euro previsto dalla normativa.
Sui finanziamenti a medio e lungo termine oggetto del consolidamento è possibile richiedere la sospensione della quota capitale delle rate del mutuo secondo quanto stabilito dalla moratoria ABI.

 

Modalità di accesso

La domanda deve essere effettuata on line tramite il portale degli strumenti finanziari Ismea (http://strumenti.ismea.it) e può essere effettuata direttamente dall'imprenditore agricolo o tramite un proprio delegato.
L'ISMEA, in qualità di soggetto istruttore, procederà nell'istruttoria amministrativa relativamente alla domanda di agevolazione presentata mentre l'impresa dovrà recarsi presso la banca di fiducia per attivare il nuovo finanziamento collegato alla domanda di agevolazione. Entro quindici giorni, l'ISMEA comunicherà l'esito della propria istruttoria all'impresa ed alla banca che potrà quindi procedere alla firma del contratto di finanziamento. La banca, entro quindici giorni dalla firma del contratto, provvede a comunicare a ISMEA i dati fondamentali dell'operazione stipulata. ISMEA, effettuate le opportune verifiche finali, provvederà a versare il contributo direttamente sul conto corrente del beneficiario.

 

L'Ufficio Relazioni con il Pubblico è a disposizione dell'utenza per fornire tutte le informazioni riguardanti l'attività e i servizi offerti dall'ISMEA.

Telefono e fax:
Tel: +39 06 855 68 319
Tel: +39 06 855 68 260
Fax: + 39 06 23329243

Orari di ricevimento al pubblico:
- lunedì e mercoledì: 9:30-13:30 e 14:30-17:00
- martedì, giovedì e venerdì: 9:30-13:30

Email:
Per comunicazioni, richieste e informazioni scrivere all'indirizzo e-mailurp@ismea.it