Finanza agevolata

Sono automaticamente sospesi i pagamenti delle rate, per quota capitale e quota interessi, con scadenza nell'anno 2020. Il pagamento della quota capitale è rinviato all'anno successivo quello di scadenza del piano di ammortamento originario allungato di un anno rispetto a quello originario, la quota interessi è consolidata nel debito residuo e ammortizzata per l'intera restante parte del nuovo piano di ammortamento. 
Non è necessaria alcuna istanza di parte.
Quanto sopra, salvo rinuncia da parte della società finanziata.

 

Bando 2019

Graduatoria finale dello scorrimento pubblicata il 26 marzo 2020

Ai sensi e per gli effetti degli artt. 12 e 15 del "Bando per gli interventi finanziari a condizioni agevolate", con delibera del Consiglio di Amministrazione n16/2020 è stata approvata la graduatoria finale delle domande ammesse allo scorrimento con il relativo esito.
Tutti coloro la cui domanda risulta non ammessa possono accedere alle motivazioni di esclusione utilizzando lo SPORTELLO TELEMATICO.

 
 

 

Graduatoria finale pubblicata il 21 novembre 2019

Ai sensi e per gli effetti degli artt. 12 e 15 del "Bando per gli interventi finanziari a condizioni agevolate", con delibera del Consiglio di Amministrazione n. 43/2019 è stata approvata la graduatoria finale delle domande ammesse alle agevolazioni e l'elenco delle domande ammesse all'istruttoria finanziabili per scorrimento fino ad esaurimento delle risorse residue disponibili.

 
 

 

Graduatorie provvisorie pubblicate il 14 giugno 2019

Ai sensi e per gli effetti dell'art. 15 del "Bando per gli interventi finanziari a condizioni agevolate", in data 14 giugno 2019 è stata pubblicata la graduatoria provvisoria delle domande di partecipazione con il relativo esito.
Tutti coloro la cui domanda risulta non ricevibile possono accedere alle motivazioni di esclusione utilizzando PORTALE DEDICATO.

 
 

I soggetti ammessi e finanziabili sono tenuti a trasmettere, ove disponibile, l'aggiornamento della documentazione prodotta in sede di presentazione della domanda (es. bilanci, visure a centrale rischi, Certificati di Destinazione Urbanistica,...). La documentazione aggiornata deve essere inviata tramite PEC al seguente indirizzo (ismea@pec.ismea.it), indicando nell'oggetto il numero pratica assegnato alla domanda e identificato con suffisso FAG.

 
 

Documentazione


 

L'obiettivo della misura è quello di favorire gli investimenti delle imprese che operano nella produzione, trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli e alimentari, nella distribuzione e nella logistica.

 

Carta d'identità del servizio

  1. A cosa serve: sostenere finanziariamente i progetti di investimento delle imprese del settore agricolo e agroalimentare
  2. A chi si rivolge: società di capitali, anche in forma cooperativa, finanziariamente sane:
  • che operano nella produzione agricola primaria, nella trasformazione di prodotti agricoli e nella commercializzazione di prodotti agricoli, compresi nell'Allegato I del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea;
  • che operano nella produzione di beni prodotti nell'ambito delle relative attività agricole, individuati ai sensi dell'art. 32, comma 2, lettera c), del testo unico delle imposte sui redditi di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917;
  • partecipate almeno al 51 per cento da imprenditori agricoli, cooperative agricole a mutualità prevalente e loro consorzi o da organizzazioni di produttori riconosciute ai sensi della normativa vigente, ovvero le cooperative i cui soci siano in maggioranza imprenditori agricoli, che operano nella distribuzione e nella logistica, anche su piattaforma informatica, dei prodotti agricoli compresi nell'Allegato I del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea.
  1. Cosa finanzia: progetti di sviluppo o consolidamento nei settori della produzione agricola, della trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli e alimentari, nonché nella distribuzione e nella logistica, con un ammontare di spese ammissibili compreso tra 2 milioni e 20 milioni di euro, riguardanti in particolare:
  • investimenti in attivi materiali e attivi immateriali nelle aziende agricole connessi alla produzione agricola primaria;
  • investimenti per la trasformazione di prodotti agricoli e per la commercializzazione di prodotti agricoli;
  • investimenti concernenti beni prodotti nell'ambito delle relative attività agricole, individuati ai sensi dell'art. 32, comma 2, lettera c), del testo unico delle imposte sui redditi di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917;
  • investimenti per la distribuzione e la logistica, anche su piattaforma informatica, di prodotti agricoli compresi nell'allegato I del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea.

Caratteristiche dell'intervento agevolato

  1. Finanziamento agevolato:
  • a tasso di interesse agevolato (pari al 30% del tasso di mercato e comunque non inferiore allo 0,50%);
  • di durata massima di quindici anni, di cui fino a un massimo di 5 anni di preammortamento e fino a un massimo di 10 anni di ammortamento, con rate semestrali posticipate a capitale costante;
  • di importo fino al 100% per cento delle spese ammissibili;
  • assistito, per l'intero importo concesso, maggiorato del 20 per cento, da idonee garanizie ipotecarie.
  1. Cosa non finanzia: acquisto di diritti di produzione, diritto all'aiuto e piante annuali; impianto di piante annuali; acquisto di animali; impianti e macchinari usati capitale circolante.

 

In considerazione delle ulteriori misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da Covid-19, si comunica che è momentaneamente sospeso il ricevimento del pubblico presso gli Uffici di Roma, ubicati in viale Liegi 26.
Le attività di assistenza e di orientamento all'utenza continuano a essere garantite dall'urp da remoto, anche con sistemi di videoconferenza, negli orari previsti.

L'Ufficio Relazioni con il Pubblico è a disposizione dell'utenza per fornire tutte le informazioni riguardanti l'attività e i servizi offerti dall'ISMEA.

Telefono:
Tel: +39 06 855 68 319
Tel: +39 06 855 68 260

Orari di ricevimento al pubblico:
- lunedì e mercoledì: 9:30-13:30 e 14:30-17:00
- martedì, giovedì e venerdì: 9:30-13:30

Email:

Per comunicazioni, richieste e informazioni scrivere scrivere da un indirizzo di posta ordinaria (non certificata) all'indirizzo e-mailurp@ismea.it
Per essere contattati direttamente dall'Urp, comunicare via e-mail il proprio recapito telefonico.