Ismea - Registro custodie terreni

La riassegnazione dei fondi rustici rientrati nella disponibilitÓ dell'Ismea, in forza di una sentenza di risoluzione contrattuale, costituisce una delle attivitÓ fondamentali nell'ambito delle politiche che Ismea svolge come organismo fondiario.
A tal fine, Ŕ stato deciso di procedere alla gestione dei custodi a cui affidare i fondi rustici da selezionare con procedure di trasparenza ed imparzialitÓ, in maniera automatica ed anonima per consentire l'associazione fra custodi e terreni mediante una procedura di backoffice.
Gli aspiranti all'incarico di custodia sono gestiti con un sistema di autenticazione centralizzata che prevede la profilazione degli utenti che presentano la loro candidatura e la documentazione rilevante.
Il candidato custode dopo l'accreditamento ISMEA acquisisce credenziali di accesso validate dal sistema. Sono richiesti gli stessi documenti previsti per la procedura "Lavora con noi". Ad un custode possono corrispondere pi¨ terreni in custodia.
Una volta selezionato un terreno da custodire e visualizzati i dati del terreno mediante visualizzazione georeferenziata del fondo, il sistema provvedere alla gestione delle assegnazioni e per il tramite dell'indirizzo PEC comunicato dall'aspirante custode, Ŕ possibile accettare o rifiutare la notifica di custodia.
Le assegnazioni hanno una data di scadenza: in mancanza di accettazione entro la data prevista, la notifica si intenderÓ rifiutata.
Dopo l'assenso all'assunzione della custodia del fondo, la gestione della procedura di assegnazione di custodia si perfeziona con la formalizzazione di un contratto inserito nel backoffice.