Atti generali

Data aggiornamento: 17 marzo 2020

Riferimenti normativi su organizzazione e attività

ISMEA Ŕ un ente pubblico economico, sottoposto alla vigilanza del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali. L'ente non rientra tra le amministrazioni di cui all'articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 (*), nÚ tra quelle inserite nel conto economico consolidato dello Stato ed individuate dall'ISTAT ai sensi dell'articolo 1, comma 3, della legge 31 dicembre 2009, n.196 (*). L'articolo 1, comma 663, della legge 28 dicembre 2015, n. 208, (*) ha soppresso il contributo ordinario annuo a carico dello Stato in favore dell'Istituto, che, pertanto, non grava sulla finanza pubblica.

Di seguito si ripercorre l'evoluzione storica dell'ente:

  • con R.D. 4 maggio 1928 n. 1167 si attribuisce personalitÓ giuridica, approvando il relativo statuto, all'IFTPA - Istituto fascista di tecnica e propaganda agraria, costituito per l'incremento della produzione nazionale agricola;
  • con D.P.R. 16 marzo 1963, n. 632 (*) viene costituito l'IRVAM - Istituto per le Ricerche e le Informazioni di Mercato e la Valorizzazione della Produzione Agricola (ente morale);
  • con Legge 28 febbraio 1986, n. 41 (*), si prevede la fusione tra IRVAM e IFTPA in un unico organo, avente natura di ente pubblico economico, da istituire con decreto del presidente della Repubblica; con D.P.R. 28 maggio 1987, n. 278 viene disposta la fusione e la contestuale istituzione di Istituto di Studi, Ricerche e Informazioni sul Mercato Agricolo (ISMEA);
  • con D.lgs. del 29 ottobre 1999, n. 419 (*), la Cassa per la formazione della proprietÓ contadina, istituita con decreto legislativo 5 marzo 1948, n. 121, viene accorpata nell'Istituto per studi, ricerche e informazioni sul mercato agricolo (ISMEA);
  • con D.P.R. 31 marzo 2001, n. 200 (*), l'Istituto di Studi, Ricerche e Informazioni sul Mercato Agricolo viene riordinato ed assume la denominazione di źIstituto di servizi per il mercato agricolo alimentare - ISMEA╗, ente pubblico economico inserito nel Sistema statistico nazionale (SISTAN) e facente parte del Sistema informativo agricolo nazionale (SIAN);
  • con legge 24 dicembre 2003, n. 350 (*) si dispone il trasferimento a ISMEA delle attivitÓ di subentro in agricoltura di cui al Titolo, I Capo III, del D.lgs. 21 aprile2000, n. 185;
  • con legge 30 dicembre 2004, n. 311 (*) si dispone il trasferimento a Ismea delle funzioni del FIG - Fondo interbancario di garanzia;
  • con decreto legislativo 29 marzo 2004, n.102 (*) si dispone l'incorporazione in ISMEA della Sezione speciale istituita dall'articolo 21 della Legge 9 maggio 1975, n. 153, e successive modificazioni, completando il trasferimento degli interventi finanziaria di sostegno alle imprese agricole.
  • in base a quanto previsto dall'art. 1, commi 659 e ss., legge 28 dicembre 2015, n. 208 (Legge di StabilitÓ 2016) (*), a far data dal 1░ gennaio 2016, la societÓ Istituto sviluppo agroalimentare (ISA) Spa e la SocietÓ gestione fondi per l'agroalimentare (SGFA) s.r.l. sono incorporate di diritto nell'Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare (ISMEA) che subentra nei rapporti giuridici attivi e passivi delle predette societÓ, ivi inclusi i compiti e le funzioni a queste attribuiti dalle disposizioni vigenti. L'articolo 1, comma 663, di tale legge, inoltre, ha soppresso il contributo ordinario annuo a carico dello Stato in favore dell'Istituto.
 

Atti amministrativi generali

Decreto del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze del 21 ottobre 2016 , n.  13823  di adozione  del nuovo Statuto Ismea ai sensi dell'art. 1, comma 661 della Legge del 28 dicembre 2015, n. 208.

 

Approvato con Decreto del 28 Dicembre 2017 del Mipaaf, di concerto con il MEF.

 

Con delibera n. 18 del 19 luglio 2017, il Consiglio di Amministrazione ha approvato regolamento di organizzazione e funzionamento dell'Istituto.

 

Con delibera n. 26 del 26 giugno 2019, il Consiglio di Amministrazione ha approvato l'aggiornamento del Modello di Organizzazione e Gestione dell'Istituto (Modello). 

L'aggiornamento, eseguito in base al risk assesment sia in ambito corruttivo che operativo, ha interessato tanto i processi interni (con particolare riferimento a quelli introdotti dalla legge di stabilitÓ per l'anno 2016, che ha disposto, come noto, l'incorporazione in ISMEA delle societÓ ISA S.p.a. e SGFA S.r.l.) quanto il catalogo dei reati-presupposto.
 
Tra le ulteriori novitÓ si segnalano:

  • l'integrazione del Modello con il Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza (PTPCT) e, di conseguenza, il raccordo funzionale tra il Responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza (RPCT) e l'Organismo di vigilanza (OdV); 
  • l'istituzione dei flussi informativi tra l'OdV e gli altri organi di controllo al fine di efficientare il Sistema di Controlli Interni (SCI);
  • la definizione di un sistema disciplinare idoneo a sanzionare il mancato rispetto delle misure indicate nel Modello;
  • la revisione della procedura di segnalazione degli illeciti, misura trasversale di prevenzione dei rischi e parte integrante del PTPCT e del Modello. La procedura, anche in conformitÓ alle prescrizioni introdotte dalla Legge 30 novembre 2017, n. 179, in tema di "Whistleblowing", introduce, come ulteriore modalitÓ di segnalazione, una piattaforma informatica che, configurata sulla base del software per la gestione delle segnalazioni di illeciti adottato da ANAC, offre le garanzie di tutela del segnalante richieste dalla normativa.
 
 

Documenti di programmazione strategico-gestionale

 
 

Codice di condotta e codice etico


(*) Link diretti alle norme citate (www.normattiva.it)


Contenuti correlati