A chi ci rivolgiamo

Giovani imprenditori agricoli
Aziende agricole

Fondo di garanzia diretta

La Garanzia diretta, rilasciata da Ismea integra la capacità dell'imprenditore di offrire garanzie, al fine di favorire l'accesso al credito alle aziende agricole.

Carta di identità dello strumento

  1. Cosa garantisce: finanziamenti a favore di aziende agricole di qualsiasi durata per opere di:
    1. miglioramento fondiario
    2. ricerca, sperimentazione, innovazione tecnologica e valorizzazione commerciale dei prodotti
    3. costruzione, acquisizione o miglioramento di beni immobili per lo svolgimento delle attività agricole o di quelle connesse
    4. acquisto di nuove macchine e attrezzature per lo svolgimento delle attività agricole o di quelle connesse
    5. operazioni di trasformazione del debito, destinate in particolare alla trasformazione a lungo termine di precedenti passività contratte e breve ed a medio termine ( solo per le aziende in bonis)
    6. prestiti a breve per conduzione/liquidità.
  2. Misura e limiti: copre fino al 70% (aumentabile all'80% nel caso di giovane imprenditore) dell'importo finanziato dalla banca, entro un 1 milione di euro di garanzia per le micro e le piccole imprese, elevabile a 2 milioni di euro nel caso di medie imprese.
  3. A chi si rivolge: alle micro, piccole e medie imprese, attraverso la domanda inoltrata dalle banche e dai confidi
  4. Tipologie di Garanzia: si distingue in fideiussione, cogaranzia, controgaranzia e garanzia di portafoglio. La fideiussione è rilasciata a fronte di richiesta della banca finanziatrice che inoltra la documentazione necessaria. La cogaranzia è rilasciata in affiancamento ad altra analoga prestata da un confidi agricolo. La controgaranzia protegge la banca dal rischio di inadempimento del confidi, garante principale. La garanzia di portafoglio è prestata in favore di banche o intermediari finanziari a fronte di portafogli di finanziamenti erogati alle imprese agricole, a copertura di una quota delle prime perdite registrate sui portafogli medesimi.
  5. Commissioni: per il rilascio della garanzia è previsto il pagamento di una commissione variabile in funzione del profilo di rischio dell'azienda.
  6. Agevolazioni: sono previsti dei contributi ad abbattimento dei costi delle commissioni dovute per il rilascio della garanzia  entro un limite di Euro 15.000,00 in tre anni. Tali contributi ( regime "de minimis")  sono rivolti ai giovani agricoltori e alle aziende operanti nei settori zootecnico e olivicolo.
 
 

 
.
.