Ultime Notizie

Prezzi agricoli ottobre: +4,2% su settembre, +9,2% su ottobre 2009

Roma,19 novembre 2010

Nel mese di ottobre 2010 l'indice Ismea dei prezzi alla produzione (calcolato in base 2000=100), si è attestato a 117,2 segnando un aumento sia sul mese precedente (+4,2%), sia sull'analogo periodo dello scorso anno (+9,2%).

L'aggregato delle coltivazioni registra un incremento dell'indice su base mensile del 7%, con punte del 18,2% per gli ortaggi e legumi e del 12,2% per la frutta fresca e secca. Tali incrementi non sono attribuibili, tuttavia, alle sole variazioni di prezzo ma anche alla metodologia di calcolo dell'indice che prevede panieri e ponderazioni variabili mensilmente (ad ottobre entrano infatti nel paniere arance, clementine, kiwi e diverse tipologie di ortaggi). Sempre nel raffronto con il mese precedente i vini registrano una rivalutazione dei listini all'origine del 3%, che ha interessato in particolare le tipologie Doc e Docg rosse e rosate. Per i cereali l'adeguamento al rialzo dello 0,9% evidenzia una stabilizzazione dei prezzi dopo i significativi rincari che hanno interessato il comparto a partire da luglio scorso. Un calo dell'1,9% si rileva per gli oli di oliva, mentre risultano stabili i tabacchi e le altre colture industriali.

La dinamica tendenziale rivela un incremento dell'indice delle coltivazioni del 13,5%. Significativi rialzi si registrano per i cereali (+40%) e la frutta, i cui prezzi hanno fatto segnare un incremento del 20,4% a causa, soprattutto, della minore disponibilità sul mercato di mele, pere e kiwi. Un andamento tendenziale positivo si evince anche per vino (+7,2%), tabacchi (+5,7%) e altre colture industriali (+2,3%). In flessione, invece, l'indice di oli di oliva e ortaggi, rispettivamente del 15,7% e 10,4%.

Passando al comparto zootecnico Ismea rileva una crescita dei prezzi del 1,7% rispetto a settembre e del 4,9% su ottobre 2009. Il confronto su base mensile evidenzia rialzi per lattiero caseari (+1,8%), bovini (+2,9%) e uova (+1%), a fronte di variazioni negative per suini (-3,7%), avicoli (-2,2%) e ovi-caprini (-0,2%).

Il confronto con ottobre dello scorso anno indica ancora un aumento sostenuto per i lattiero caseari (+13,5%), grazie in particolare alle buone performance dei formaggi grana. Relativamente agli altri settori, segnano rialzi i bovini (+2,7%) e gli ovi-caprini (+1,5%) mentre arretrano uova (-8%), suini (-4,7%) e avicoli (-1,4%).

 

Ismea - UO comunicazione
Enrica Ruggeri, Andrea Festuccia, Anna Ravazzoni - contatta via mail


Altre notizie

  1. 05/10/2017 Ismea, bovino da carne: la ripresa dei prezzi alla produzione migliora redditività degli allevatori


    Ismea, bovino da carne: la ripresa dei prezzi alla produzione migliora redditività degli allevatori

  2. 20/09/2017 Ismea presenta "L' America First di Trump - scenari globali per il commercio agroalimentare"

    Nel caso in cui la politica "America First" del presidente Trump dovesse essere perseguita così come rappresentata in campagna elettorale, l'economia italiana potrebbe perdere fino a 1,4 miliardi di euro nelle esportazioni verso gli Stati Uniti di cui oltre trecento milioni nel solo settore agroalimentare. Questo scenario è analizzato in una ricerca realizzata da Ismea e presentata al Centro Studi Americani alla presenza del ministro dell'agricoltura, Maurizio Martina.

    Ismea presenta "L' America First di Trump - scenari globali per il commercio agroalimentare"

  3. 13/09/2017 Ismea: i consumi alimentari riprendono a crescere dopo 5 anni, + 2,5% la spesa delle famiglie italiane


    Ismea: i consumi alimentari riprendono a crescere dopo 5 anni, + 2,5% la spesa delle famiglie italiane

  4. 08/09/2017 Ismea: il biologico continua a crescere, escalation di carni avicole e vino

    Continua la crescita dei consumi nel settore biologico. È quanto emerge dai dati presentati dall'Ismea nel corso dell'evento "Tutti i numeri del Bio italiano", in occasione del SANA di Bologna.
    Nel primo semestre 2017, infatti, l'incremento è stato del 10,3% rispetto al periodo gennaio-giugno 2016 (+13,4% nel 2016 rispetto al 2015).

    Ismea: il biologico continua a crescere, escalation di carni avicole e vino

  5. 07/09/2017 Vino: vendemmia scarsa ma Italia resta leader produzione mondiale

    Questa mattina, con una conferenza stampa organizzata presso il Mipaaf, sono stati presentati i risultati delle previsioni vendemmiali 2017, elaborate da Unione Italiana Vini e Ismea per l'Osservatorio del Vino.
    Dopo i saluti di Ernesto Abbona, presidente di Unione Italiana Vini, e Raffaele Borriello, direttore generale ISMEA, sono intervenuti Fabio del Bravo di Ismea e [...]

    Vino: vendemmia scarsa ma Italia resta leader produzione mondiale

  6. 01/08/2017 Ismea, l'agricoltura italiana continua a crescere - AgrOsserva -  I e II trimestre 2017

    Segnali positivi da occupazione, investimenti, giovani ed export, ma volatilità dei mercati e andamento meteorologico pesano sulla fiducia delle imprese.
    In un contesto di crescita complessiva dell'economia italiana, il settore agricolo continua a registrare performance positive. Nei primi due trimestri del 2017 migliorano i dati dell'occupazione, degli investimenti, degli scambi internazionali e aumenta il numero delle imprese agricole condotte da giovani.

    Ismea, l'agricoltura italiana continua a crescere - AgrOsserva - I e II trimestre 2017