Prezzi

La Rete di Rilevazione Prezzi Ismea - Processo certificato ai sensi della norma UNI EN ISO 9001:2015

La Rete di Rilevazione Ismea, operante fin dal 1965, ha come obiettivo il monitoraggio dei prezzi alla produzione e delle tendenze di mercato dei prodotti agricoli, agroalimentari, della pesca e dell'acquacoltura.

La Rete si qualifica per la sua:

 

capillarità sul territorio:

grazie ad una fitta rete di fonti informative, identificabili come "rilevatori di mercato", qualificati e ben inseriti nei circuiti commerciali;

 

rappresentatività:

con una struttura articolata sul territorio nazionale in modo da assicurare sia lacopertura geografica che la rappresentatività territoriale delle produzioni agricole, agroalimentari, della pesca e dell'acquacoltura;

 

qualità e affidabilità:

il servizio di rilevazione dei prezzi sui mercati agricoli è certificato ai sensi della UNI EN ISO 9001:2008


Visita IsmeaMercati, il sito di Ismea dedicato al monitoraggio dei mercati agricoli e alimentari.

Prezzi

Prezzi per piazza

I prezzi rilevati sui mercati più rappresentativi rilevati dalla Rete di rilevazione Ismea. Le quotazioni sono riferite al prodotto varietà caratteristica e condizione di vendita. Le rilevazioni hanno cadenza settimanale.

 

Prezzi medi

I prezzi medi settimanali e/o mensili per prodotto e per varietà. I prezzi medi sono il risultato della media delle quotazioni rilevate su base settimanale nei principali mercati di riferimento.

 
 
 
 

Prezzi internazionali

L'andamento dei prezzi medi internazionali dei principali prodotti per ogni settore.

 

Rimborsi animali

I PDF con il valore di mercato degli animali abbattuti ai fini dei rimborsi.

 
 
 

 
A partire dal 2018 ISMEA ha avviato una profonda ristrutturazione della Rete di rilevazione dei prezzi volta a migliorarne la rappresentatività tramite la ridefinizione della sua stratificazione in termini di mercato/prodotto/varietà/condizione di vendita monitorati. La revisione ha interessato a partire dall'inizio del 2018 ortofrutta, settore olivicolo-oleario, settore vitivinicolo, apicoltura e latte bovino, e, dall'inizio del 2019, il settore seminativi.Nello scusarci per gli eventuali disagi arrecati, avvisiamo gli utenti che i miglioramenti introdotti potrebbero aver determinato discontinuità nelle serie storiche dei prezzi e ritardi nella pubblicazione delle note di mercato.