Studi di settore

L'occupazione nel settore ittico dell'Ue

Febbraio 2006

 

Pesca, acquacoltura e industria ittica giocano un ruolo significativo per rilevaza economica e sociale all'interno del panorama europeo. Il settore ittico, infatti pur fornedo uno scarso apporto al Pnl degli Stati membri, generalmente inferiore all'uno per cento, contribuisce in maniera non trascurabile all'occupazione dell'Ue, dando lavoro a circa mezzo milione di persone, in particolare nelle zone spesso prive di alternative consistenti. Tali occupati sono ripartiti tra la pesca, la trasformazione ittica e l'acquacoltura, escludendo tutti i settori economici indirettamente interessati (trasporti, catena del freddo, costruzione navale, riparazioni, ecc.).
Negli ultimi anni, il settore ittico ha dovuto far fronte alla perdita di redditivitÓ dovuta non solo al depauperamento degli stock ittici ma anche alle condizioni sfavorevoli del mercato.

 

Lo studio completo, comprensivo di grafici e tabelle Ŕ disponibile in PDF