Pubblicazioni Monografiche

Rapporto annuale vol I e II

Prezzo della Pubblicazione Euro 25,82 a volume

Per il terzo anno consecutivo, l'Ismea propone il Rapporto Annuale strutturato in due volumi. Il primo analizza le principali dinamiche dell'agroalimentare nel
2004, con particolare riferimento all'evoluzione delle filiere più rappresentative.
A complemento dell'analisi, il secondo volume, tramite le serie storiche decennali dei principali indicatori statistici, vuole fornire un supporto di facile
consultazione per gli operatori del settore.
Il primo volume si struttura in tre parti. La prima di esse si sviluppa in maniera orizzontale, tratteggiando le principali dinamiche che hanno interessato il
comparto agroalimentare nazionale nel 2004. In particolare, nel primo capitolo si analizza il quadro economico di riferimento, sia in termini generali, sia con
particolare attenzione al comparto agroalimentare nella Ue. Successivamente, nel secondo capitolo, viene approfondito il contesto normativo, nalizzando, nel dettaglio, l'evoluzione degli accordi internazionali e il panorama delle politiche agricole nel 2004. Nell'ultimo capitolo della prima parte, lo studio presenta una dettagliata analisi degli indicatori del sistema agroalimentare nazionale: dalla bilancia commerciale alla trasformazione industriale, dalla distribuzione ai
consumi. Chiudono la prima parte due paragrafi: uno dedicato al ruolo dell'agroalimentare nell'economia nazionale e l'altro volto ad approfondire il tema dell'occupazione e degli investimenti. La seconda parte del Rapporto Annuale è costituita dall'analisi delle principali filiere agroalimentari, riproponendo in versione più sintetica la tradizionale struttura delle pubblicazioni di filiera che, fino al recente passato, hanno caratterizzato l'attività dell'Istituto.
Il volume si chiude con un'ampia appendice statistica che riporta i dati, selezionati dagli esperti di settore, relativi all'andamento delle singole filiere nell'ultimo quinquennio. In quanto appendice al testo, quest'ultima parte del lavoro si distingue dai dati raccolti nel volume 2 per: l'arco temporale di riferimento, cinque anni, e il lavoro finalizzato alla selezione delle fonti di riferimento che non sempre le fa coincidere con quelle ufficiali.
Viceversa, nel volume 2 del Rapporto, il periodo di riferimento è decennale e le fonti sono esclusivamente quelle ufficiali. In definitiva, l'obiettivo è quello di fornire una base di dati la più ampia possibile, corredata da considerazioni e spunti di riflessione utili per la loro interpretazione.